9.1.13

OBAMA RINNOVA IL NDAA 2013: ARRESTO PREVENTIVO A TEMPO INDETERMINATO

Il presidente Barack Obama ha firmato il National Defense Authorization Act del 2013 dando la sua approvazione a una legge di spesa del Pentagono, che non mancherà di tenere aperto Guantanamo Bay e attivare la detenzione a tempo indeterminato per i cittadini degli Stati Uniti ,probabilmente per sempre.
 




Il presidente ha scritto il suo nome nel 2013 NDAA, Mercoledì sera.
Contemporaneamente l'amministrazione Obama continua a sostenere che la detenzione senza reali motivi e per sempre sia impossibile, eppure la sua firma che rinnova la Legge per l’Autorizzazione alla Difesa Nazionale (Ndaa) per il 2013, lascia sufficentemente perplessi.

In effetti pare che il Rinnovo del precedente atto nel 2012 ponga dei limiti  circa la detenzione indeterminata cercando di smussare i toni.. ma il nocciolo della questione resta.

Le piccole modifiche (fate voi stessi una ricerca per confrontare la versione del 2012 e quella del 2013) giungono da un'aspra polemica innescata l'anno scorso proprio per l'introduzione della disposizione  che consente ai militari di detenere cittadini degli Stati Uniti a tempo indeterminato senza accusa né processo per semplici sospetti di legami con il terrorismo. 

Sotto la Sec NDAA 2012 di. 1021, Pres.. Obama ha accettato di dare ai militari il potere di arrestare e tenere gli americani, senza il diritto di habeas corpus.
Alcuni Governatori si erano ribellati persino al Presidente ricordato i Diritti Civili del popolo Americano!!
In alcuni casi, come la Virginia, hanno emesso leggi locali che vietano, ai loro funzionari, di collaborare con l’arresto arbitrario di cittadini americani sul loro suolo.

La resistenza all’Ndaa nel 2012 è partita da alcuni stati, quali la Virginia, l’Arizona, il Maryland, l’Oklahoma, il Tennessee, il Washington (da non confondere con la capitale), lo Utah, il Michigan, il Rhode Island, il Nevada.
Sono quasi tutti stati a maggioranza conservatrice che protestano contro la “plateale violazione della Costituzione” (per usare i termini dei Repubblicani del Nevada).
  
Come sempre, sono gli stati locali che devono difendere i diritti individuali dall’aggressione del governo federale. 

Nonostante questo.. e l'aria di tensione si respira in America in questo ultimo periodo.. sembra che la scacchiera si stia muovendo al fine di disarmare la popolazione in attesa della pratica violazione di tutti i diritti civili. 

Fonti:
http://rt.com/usa/news/obama-ndaa-detention-president-288/  Russia Today (english version)
http://www.lindipendenza.com/
http://blog.amnestyusa.org/wp-content/uploads/2012/12/540.jpg (Foto in articolo)
 
Questo blog ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62 non rappresenta una testata giornalistica in quanto il blog sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Alcuni articoli, video e immagini qui inseriti sono tratti da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Redatto secondo l'articolo 21 della costituzione italiana - articolo 19 Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo - articolo 10 Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Si precisa che articoli, comunicazioni... e quant'altro vengono pubblicati non in base ad una adesione ideologica o morale.
Questo Blog è ad uso amatoriale e privato.
Questo Blog usa Banner eadv e Adsense.
DISCLAMER E PRIVACY
NOTE SUL COPYRIGHT: Il materiale pubblicato su lagrandeopera.blogspot.com può essere copiato solo se con link attivo (cliccabile ), e sia liberamente e gratuitamente accessibile.