26.10.13

Paulo Coelho: Nella mia vita di Rapimenti Torture ,Magia nera, l' O.T.O e droga. Intervista Inedita in Italiano

Paulo Coelho ha rilasciato un'intervista al giornale tedesco Süddeutsche Zeitung .
Parla apertamente della storia della sua vita che coinvolge il sesso, il tradimento, la perdita, la tortura, la partecipazione all' OTO e la pratica della magia nera.

Di seguito la traduzione integrale inedita del colloquio con il straight-forward giornalista europeo Sven Michaelsen.
Questa intervista è stata classificata  tra "I più letti" dai tedeschi.
Non avevo ancora trovato una versione italiana, quindi eccola.






 
INTERVISTA DI SVEN Michaelsen a Paolo Coelho


Una discussione con il brasiliano autore di best seller Paulo Coelho sulla sua vita come un tossicodipendente, vittima di tortura, satanista, paziente del reparto psichiatrico, autore di libri e molto altro.
I critici amano descrivere Paulo Coelho come qualcuno che "simula di essere un autore", anche se ci sono solo nove autori di tutto il mondo, che hanno venduto più libri.
 
SZ-Magazin: Sig. Coelho, nessun autore vivente ha una biografia più eclettica della sua. Giornalista, regista teatrale, editore di libri, gestore di record-label, cantautore, consumatore di LSD e Cocaina ed altro, vittimandi torture, discepolo del "satanismo", paziente del reparto psichiatrico e autore di libri che hanno venduto 135 milioni di copie:
Come ci si sente quando si guarda attraverso il suo curriculum?

 
Paulo Coelho: In un primo momento, sconcerto, e poi grande familiarità. Quando sono su internet e leggo la storia della mia vita, penso: Questo sono io? Io dovrei essere questa persona? Quando rileggo i miei libri, a volte esclamo ad alta voce a me stesso: "Mio Dio, questo pellegrino sulla strada per Santiago de Compostela, che si era"
La persona che mi trovo di fronte a là ora sembra proprio come telecomando per me come Paulo Coelho che era comunista per due anni.



SZ-Magazin: Agli occhi dei tuoi genitori eri un ragazzo problematico. All'età di 16 anni, sei stato mandato da uno psichiatra. A 19 anni, tuo padre ti ha mandato ad un istituto psichiatrico con una camicia di forza in cui sei stato trattato con psicofarmaci ed elettroshock per diverse settimane.
La relazione clinica ha dichiarato: "Il paziente con personalità schizoide; rifiuta il contatto sociale ed emotivo. È in grado di esprimere sentimenti e di provare gioia. "


Paulo Coelho: Ero uno studente "underachieving" che soffriva di solitudine, malinconia e angoscia - ma non ero malato di mente! Confusione mentale, insicurezze comportamentali e disorientamento sono, dopo tutto, la definizione di gioventù.


SZ-Magazin: Provi odio per i tuoi genitori perché ti hanno inserito in un reparto psichiatrico?


Paulo Coelho: No. Al contrario, ho avuto compassione per loro. Deve essere stato triste per loro avere un figlio come me. E 'inutile accusare i genitori. Sigmund Freud ha fatto alcune importanti scoperte, ma era anche un portatore del disastro. Egli ha creato il senso di colpa. Invece di concentrarsi sul qui e ora.


SZ-Magazin: All'età di 14 anni si sviluppò l' idea fissa di diventare un autore stimato con lettori da tutto il mondo.


Paulo Coelho: Ero un ragazzo asmatico che non aveva i muscoli, non riuscivo a giocare a calcio e mi sentivo brutto. Le ragazze mi avrebbero guardato giusto attraverso.
Scrivere libri, cresciuto in un'ossessione, era un modo per liberarmi da questa umiliazione.
La mia convinzione di diventare un autore è cresciuta più forte ogni giorno che non scrivevo nulla.
Quando mi sono iscritto al movimento hippy ed ho preso tutti i tipi di droga, sapevo anche, in quel preciso momento, che un giorno avrei scritto i libri che sto scrivendo oggi.

Chi lo sa, forse il mio sogno di avere una fama mondiale è stata una profezia che si autoavvera.



SZ-Magazin: In uno dei suoi circa 200 quaderni del diario di questo periodo lei ha scritto: "Il mio obiettivo ideale: Di essere colui che ha scritto il libro del secolo, i cogitations del millennio, la storia della razza umana"


Paulo Coelho: Che suona abbastanza megalomane, o no? Credo, però, che avere un parere esagerato di se stessi e un tocco di megalomania sono essenziali prerequisiti per il successo. Io a volte vengo invitato a manifestazioni come il World Economic Forum di Davos. Ho sentito discorsi da famosi imprenditori e top manager che parlano continuamente di valori. Io allora dico: "I valori sono importanti, ma non dimentichi il tua grande ego. Questo è il motivo principale per cui si è seduti qui.


SZ-Magazin All'età di 27 anni, è stato rapito in pieno giorno da un DOI-CODI segreto commando servizio nella tua città natale di Rio de Janeiro e trasportati in una baracca. Per quale motivo?


Paulo Coelho: Una brutale dittatura militare governò il Brasile nei primi anni 1970. Ho fatto parte della controcultura ed ho scritto testi delle canzoni per la stella del pop brasiliano Raul Seixas.
I servizi segreti a quanto pare non riuscivano a capire quello che dicevo nei miei testi.
Tutto ciò che non potevano capire era automaticamente considerato pericoloso. Il taxi in cui ero seduto con mia moglie in quel momento è stato fermato da un certo numero di veicoli civili. Siamo stati picchiati, costretti in macchina con dei cappucci neri sulla testa.


SZ-Magazin Quanto tempo siete stati tenuti prigionieri?

Paulo Coelho
:
Non lo so.
Ho perso il senso del tempo, mentre ero nella mia cella. I miei genitori dicono che sono sparito per una settimana. Non ho mai visto le facce degli uomini che mi hanno torturato. Hanno sempre messo un cappuccio in testa prima di portarmi nella stanza degli interrogatori.


SZ-Magazin Come sei stato torturato?
 
Paulo Coelho: Ho sperimentato due tipi di tortura. Uno era di natura fisica. Ho dovuto spogliarmi completamente e sono stato picchiato e sottoposto a elettroshock mentre ero nudo. Anche se questo era pura crudeltà, la tortura psicologica era molto peggio.
Sono stato nudo e rinchiuso dentro qualcosa che è stato chiamato il "frigorifero": una, gelida cella buia di circa sei piedi.
Di tanto in tanto una sirena sopra la mia testa veniva accesa. Ho aperto e chiuso gli occhi e ho visto sempre la stessa cosa: oscurità. Il buio e il freddo si privano della vostra ragione.
Si finisce sull'orlo della follia.



SZ-Magazin Forse la tortura è anche privarvi del vostro amor proprio?


Paulo Coelho: Sì, certamente. L'umiliazione è una delle peggiori esperienze che una persona può avere.
Ero, tuttavia, in grado di riconquistare il mio amor proprio.
L'unica terapia efficace che conosco è il tempo. Nel mio caso, ci sono voluti tre anni per eliminare la sensazione che stavo ancora tenuto prigioniero nella mia cella. Per le prime settimane dopo il mio rilascio, non ho osato lasciare la mia casa.
Ero paranoico e immaginavo di essere seguito e che il mio telefono era spiato.
Questo stato delirante ha portato ad un crollo mentale. I miei amici avevano paura  che le stesse cose sarebbeeo accadute a loro e sparirono dalla mia vita. Improvvisamente ero un lebbroso. Poi altre sono entrare per aiutarmi
A loro devo il fatto di non essermi suicidato o di  soccombere nell' amarezza e in una sete di vendetta.


SZ-Magazin Tua moglie in quel momento è stata anche torturata. Perché avete rotto la relazione dopo la liberazione?


Paulo Coelho: Perché ho perso il suo rispetto per il mio comportamento in carcere. Sono stato una volta guidato in bagno con un cappuccio sulla testa. Ho sentito mia moglie che mi chiamava, singhiozzando: "Paolo, tesoro, sei qui? Se si, di 'qualcosa per me! "Ci è stato vietato di parlare e, come avevo paura di essere rinchiusi e nudo in" frigorifero "di nuovo, ho taciuto.
Non sono mai stato di nuovo cosi' vile come lo sono stato in quei pochi secondi.
Dopo essere stato liberato, mi ha detto: "Non voglio più parlare con te di nuovo. E non voglio che tu dica di nuovo il mio nome. "Negli anni dopo, quando ho parlato di lei vorrei sempre fare riferimento a lei come" mia moglie senza un nome ".
 

SZ-Magazin Nel 2003, lei ha detto in un'intervista:
"Diverse notti fa, sono stato in una brasserie. C'è stata un'interruzione di corrente mentre ero in bagno. Improvvisamente tutto era nero. Ho avuto un flashback e mi sono sentito ancora una volta seduto in cella ".


Paulo Coelho Io ora raramente ho questi flashback, ma dopo essere stato torturato la persona cambia  in modo permanente. E 'impossibile recuperare il vostro vecchio sé. 
Poco dopo la fine della guerra civile in Libano, volevo viaggiare a Beirut. Io ero in agonia la notte prima della mia partenza. A quel tempo, i rapimenti erano comuni in Libano e io non volevo essere rapito una seconda volta. Alle tre del mattino, ho trovato un modo per affrontare la mia paura.
Mi sono detto: "Se cercano di rapire te, difenderai te stesso fino alla morte.
E 'meglio cosi che fare vincere il tuo timore. "E' un enorme spreco di tempo quello di temere la morte. Dovete vederlo come un amica che, in quel momento, si siede accanto a te e ti dice: "Prima o poi ho intenzione di baciarti in ogni caso." Io allora chiedo sempre alla mia amica: "La prego di attendere solo un po 'più a lungo "


SZ-Magazin La fase più bizzarra della tua vita ha avuto inizio nel 1969. È concentrata su occultismo, stregoneria e satanismo, divorando spessore libri su UFO, vampiri, pentagrammi e sistemi astrologici.
Nel tuo diario, hai scritto: "immergermi nella magia nera è per me l'ultima risorsa contro l'angoscia e la depressione."




Paulo Coelho Mi ricordo di avere scritto quella frase, ma io non sono più la persona che l'ha scritta. Le ragioni per il mio coinvolgimento nella magia nera sono incapsulati nel mio passato.


SZ-Magazin Nel 1972, si è iscritto alla setta satanica OTO (Ordo Templi Orientis), sotto il nome di Luz Eterna. Uno dei seguaci del "grande bestia", come lui stesso si è chiamato, era Charles Manson che aveva ucciso quattro persone a casa di Roman Polanski da arma da fuoco, coltellate e colpi di manganello.

Paulo Coelho
Confine massime di questa organizzazione sul fascismo spirituale. L'obiettivo è di spingere l'esperienza del potere nella misura massima. Quei pochi membri scelti sono liberati da tutte le norme etiche e possono fare quello che vogliono, anche diventare un mostro.
Quando mi sono reso conto che l'OTO mi stava conducendo nel baratro, ho rinunciato e ho interrotto ogni contatto.
Spiritualmente, ero come morto, però ho riconosciuto che uno aveva bisogno di un'etica per vivere.

SZ-Magazin Lei afferma che l'OTO è "peggio di satanismo". Quali pratiche si può attestare?


Paulo Coelho Non mi piace la parola satanismo. Per le mie orecchie, suona come un film dell'orrore di Hollywood a basso costo. Anche se nessun bambino viene sacrificato nell' OTO, abbiamo praticato la magia nera e lavorato con forze che non voglio descrivervi. Non ho alcun desiderio di rendere la gente curiosa su questa organizzazione, perchè potrebbe essere frainteso come un reclutamento. È per questo che, per molti anni, mi sono rifiutato di pronunciare pubblicamente il nome OTO e perchè ho sempre usato solo la denominazione fittizia "Società per il lancio dell'Apocalisse".


SZ-Magazin Il tuo biografo Fernando Morais ha detto che hai incontrato Satana sei giorni dopo l'adesione OTO  e Morais scrive: "Coelho ha notato che l'odore di morte e una nebbia scura hanno invaso il suo appartamento, come se il sole stava tramontando all'improvviso."

Paulo Coelho Smettila! Non voglio parlare di questo argomento più.

SZ-Magazin Si sarebbe scritto un manoscritto di 600 pagine circa le vostre esperienze.

Paulo Coelho  Questo è vero, ma la mia attuale moglie mi ha consigliato di distruggerla e questo è quello che ho fatto.


SZ-Magazin [..] Circa il cattolico segreto ordine Regnum Agnus Mundi, dove sei ancora un membro oggi. Il tuo mentore era un francese, il quale si fa riferimento nei suoi libri come "Master", "Jean" e "J". Quando lo hai incontrato per la prima volta, ha detto: Se si decide in favore di noi, è necessario rispettare senza discutere tutto quello che dico "
Stai coltivando internamente un desiderio segreto per la cieca obbedienza e sottomissione totale.?


Paulo Coelho
No. Quest'uomo mi ha fatto conoscere la tradizione spirituale dell'Ordine. Non c'era nulla di totalitario del suo rapporto con me. Abbiamo un rapporto maestro-allievo, e richiede disciplina da me. Che, tuttavia, non significa che devo abbandonare il mio libero arbitrio. Sono sempre libero di dire di no a esercizi e rituali.
 
SZ-Magazin  Uno degli esercizi spirituali che Jean ha richiesto è stato il compito imposto nel 1986, di camminare 700 chilometri sul "Cammino di Santiago", da Saint-Jean-Pied-de-Port a Santiago de Compostela. Il pellegrinaggio, il libro è stato scritto in 21 giorni circa le vostre esperienze come pellegrino, è diventato un bestseller in tutto il mondo.
È l'ordine segreto Regnum Agnus Mundi responsabile per la tua carriera?
 
Paulo Coelho  Se volete vedere in quel modo, non voglio contraddirti, ma per me è stato soddisfatto il sogno di un presunto malato di mente di 14 anni, ragazzo: avevo scritto il mio primo libro e divenne immediatamente un autore di grande successo.
 
SZ-Magazin Alla fine degli anni 1980, Jean è assegnato il compito di vivere per sette mesi senza sesso, la masturbazione è stata anche proibita. Che cosa hai imparato come risultato?

Paulo Coelho 
Sarebbe facile per me darvi solo una vecchia risposta, ma non sarebbe vero. Tali compiti non sono lezioni scolastiche al termine del quale si può dire che hai imparato questo e quello. I sette mesi senza sesso hanno influenzato il mio spirito e mi hanno cambiato. Come mi ha cambiato è, però, impossibile da descrivere a parole. Le esperienze spirituali sono altrettanto difficili da esprimere nel linguaggio come un orgasmo, la scrittura di un libro o la nascita di un bambino.


SZ-Magazin  E 'vero che lei stesso ha introdotto novizi dell'Ordine?


Paulo Coelho  Sì. Fa parte dell 'obbligo, che si passa la conoscenza ricevuta a quattro novizi, e questo ho fatto. Non ho avuto più allievi da allora come non sono io troppo impaziente di essere un mentore.


SZ-Magazin Una volta, per tre mesi, si doveva prendere un'ora di passeggiata a piedi nudi ogni giorno attraverso un sottobosco spinoso. Forse si ordina anche ai novizi di sottoporsi a tali rituali di autoflagellazione?


Paulo Coelho  Hai l'impressione sbagliata. Un mentore non è un superiore autoritario che racconta i suoi subalterni che cosa devono fare. Queste sono le attività di volontariato; quello che si scopre durante la loro esecuzione è interno a voi. Si potrebbe leggere un romanzo di mille pagine sull' amore, ma se non hai mai amato, non si sa ancora cosa sia l'amore.


SZ-Magazin Hai dato il tuo ultimo libro l'Aleph un titolo inquietante. Aleph è un romanzo, come indicato in copertina?


Paulo Coelho  No. Il libro non è una finzione, ma è quasi al cento per cento autobiografico. Nel 2006 ho perso la mia pace interiore e dubitato della mia fede. Stavo avendo sempre meno successo immergendomi nella realtà magico-spirituale che ci avvolge come una seconda realtà. Per venire a patti con me stesso, ho viaggiato con la Ferrovia Transiberiana da Mosca a Vladivostok. Le esperienze che ho avuto in questo viaggio, in aleph, hanno portato a un punto di svolta nella mia vita.


SZ-Magazin Qual è il significato di aleph?

Paulo Coelho 
Cercherò una approssimazione: Aleph è il punto che contiene tutti i punti, l'atomo che contiene tutti gli atomi, il numero che contiene tutti i numeri. In aleph, tutto allo stesso tempo si trova in un punto. Il passato, il presente e il futuro sono abolite.


SZ-Magazin Nel suo libro, lei descrive mondi paralleli e reincarnazioni. Da quando hai creduto che hai vissuto diverse vite?


Paulo Coelho  So che i giornalisti assumono questo atteggiamento denigratorio ed una cinica espressione del viso quando parlo di queste cose, ma io risponderò alla tua domanda comunque: ho avuto la prima esperienza concreta di questo tipo nel 1987.


SZ-Magazin  Attraverso quante reincarnazioni sei passato ?

Paulo Coelho 
Sento che ce ne sono statemolte, ma ci sono solo due che ricordo con precisione. In una incarnazione, ero un autore francese a metà del 19 ° secolo, in un altro ero un prete domenicano in Spagna durante l'Inquisizione, i miei genitori erano morti di peste.
SZ-Magazin Vuol sapere le vostre vite passate aiutarvi nel presente?

Paulo Coelho
No, non in meno. In verità, è più come sto scavando un buco nel terreno su cui mi trovo. Vorrei consigliare a chiunque di dimenticare il loro passato.


SZ-Magazin  Nell'epilogo di Aleph si scrive: "Infine, vorrei pubblicare un avviso circa l'esercizio spirituale, con l'anello di luce. Come ho detto prima, un ritorno al passato senza possedere le conoscenze tecniche può avere conseguenze drammatiche e disastrose. "
Come è l'esercizio spirituale anello-di-luce eseguita?



Paulo Coelho Ci si sdraia sul pavimento e si immagina un anello di luce girare sempre più velocemente intorno al corpo. Durante le prime due settimane si pensa che non stia succedendo niente e ci sente frustrati. Ma poi improvvisamente succede: Sei in un altro tempo, in un altro luogo o in un'altra dimensione. Credetemi, una credenza nei miracoli rende la vita interessante.

NOTA DEL GIORNALISTA: Sven Michaelsen ha incontrato Paulo Coelho nel suo appartamento di Ginevra per avere questa conversazione, vide un uomo la cui vita quotidiana è dominata da comportamenti compulsivi: Prima di entrare in una macchina, a 64 anni, tiene il suo indice e anulare e dice una preghiera silenziosa. Egli porta sempre una bottiglia con l'acqua santa di Lourdes nella sua valigia. Se qualcuno dice la parola "proibita", bussa sul legno tre volte. E si volta sempre indietro quando trova una piuma di piccione che giace in strada.
Per visualizzare il testo completo clicca su: http://sz-magazin.sueddeutsche.de/texte/anzeigen/38005/1/1

Traduzione by Lagrandeopera.blogspot.it
Articolo in lingua originale
: http://www.masterschannel.com/blog/2012/09/paulo-coelho-drug-addict-torture-victim-satanist-psychiatric-ward-patient-book-author-a
Bibliografia:
Annuit Coeptis Di Ian numerosei

http://www.lulu.com/shop/ian-numerosei/annuit-coeptis/paperback/product-21264768.html;jsessionid=147F6FDC64DE72171F85689A4610C8BC
Aleph - Libro
Il nuovo romanzo di Paulo Coelho
Questo blog ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62 non rappresenta una testata giornalistica in quanto il blog sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Alcuni articoli, video e immagini qui inseriti sono tratti da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Redatto secondo l'articolo 21 della costituzione italiana - articolo 19 Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo - articolo 10 Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Si precisa che articoli, comunicazioni... e quant'altro vengono pubblicati non in base ad una adesione ideologica o morale.
Questo Blog è ad uso amatoriale e privato.
Questo Blog usa Banner eadv e Adsense.
DISCLAMER E PRIVACY
NOTE SUL COPYRIGHT: Il materiale pubblicato su lagrandeopera.blogspot.com può essere copiato solo se con link attivo (cliccabile ), e sia liberamente e gratuitamente accessibile.