21.6.14

Ecco perché i giganti di Wall Street come Soros comprano le caserme italiane

I grandi fondi americani, i giganti di Wall Street, dal Quantum Fund di George Soros al fondo Och Ziff fino a Blackstone, puntano a comprare le caserme italiane.


Almeno quelle messe in vendita dal Fondo Fip di Investire Immobiliare.

Sul piatto ci sono caserme, in particolare della Guardia di Finanza, un po’ in tutta Italia: Roma, Bari, Napoli fino a L’Aquila con la caserma, risparmiata dal terremoto, diventata famosa per avere riunito i capi di Stato del G8 con padrone di casa l’allora premier Silvio Berlusconi. Perché i giganti di Wall Street lo fanno? Cosa ci guadagnano?

Del resto, in Italia ci sono 450 caserme che, secondo un articolo del settimanale L’Espresso nel 2012, valgono circa 5 miliardi di euro.

 La strategia è secondo i rumors molto semplice. Le caserme sono infatti affittate all’esercito (quindi allo Stato) con contratti di lunghissima durata: tra i 10 e i 20 anni. Quindi comprare una caserma diventa un tipo di investimento assimilabile a un bond di uno Stato sovrano. Un po’ come comprare un Btp….
Questo blog ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62 non rappresenta una testata giornalistica in quanto il blog sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Alcuni articoli, video e immagini qui inseriti sono tratti da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Redatto secondo l'articolo 21 della costituzione italiana - articolo 19 Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo - articolo 10 Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. Si precisa che articoli, comunicazioni... e quant'altro vengono pubblicati non in base ad una adesione ideologica o morale.
Questo Blog è ad uso amatoriale e privato.
Questo Blog usa Banner eadv e Adsense.
DISCLAMER E PRIVACY
NOTE SUL COPYRIGHT: Il materiale pubblicato su lagrandeopera.blogspot.com può essere copiato solo se con link attivo (cliccabile ), e sia liberamente e gratuitamente accessibile.